Visita virtuale di Mantova e Sabbioneta

italiano

Italiano   Español   Français   English   Deutsch   Dansk   Português

Contatti



VISITA VIRTUALE

In questa pagina è possibile iniziare a conoscere e avere in anticipo un assaggio di Mantova e di Sabbioneta, attraverso una serie di video e altro materiale illustrativo.




Video

Affreschi mantegneschi in piazza Marconi - durata 3' 45"

Riportato alla luce tra il 2001 e il 2002, il ciclo di affreschi sulla facciata del palazzo al numero civico 13 di piazza Marconi, in centro a Mantova, è attribuito ad Andrea Mantegna o alla sua scuola. Anche se la parte centrale del ciclo è stata irrimediabilmente deturpata dalle intemperie e dall'abbandono degli anni precedenti al restauro, questa casa rimane un unicum con la sua facciata interamente affrescata.
Il video è stato realizzato da Daniele Lucchini nel 2004.

Il Palazzo Ducale di Mantova - durata 6' 22"

Il Palazzo Ducale di Mantova, che venne definito una città in forma di palazzo, con le sue mille stanze, più cortili, giardini, piazze, addirittura una basilica e un teatro - oggi non più esistente - fu la reggia più estesa d'Europa sino alla costruzione di Versailles; un complesso monumentale edificato ed ampliato per secoli, ove hanno lavorato tra i maggiori artisti italiani ed europei dal medioevo al tardo Settecento.
Il video è stato realizzato e pubblicato su Youtube da Claudio Mortini nel 2015.

Il Palazzo Te di Mantova - durata 2' 55"

Residenza di svago di Federico II Gonzaga (1500-1540), il Palazzo Te è il capolavoro manierista di Giulio Romano. L'eleganza degli spazi e la grandiosità degli affreschi, sempre a tema mitologico, ne fanno indubbiamente il monumento più spettacolare di Mantova e uno dei gioielli del Cinquecento italiano.
Il video è stato realizzato e pubblicato su Youtube dall'utente Bisguillo nel 2015.

Il Museo Francesco Gonzaga di Mantova - durata 2' 51"

Il Museo diocesano Francesco Gonzaga conserva gli unici pezzi rimasti a Mantova delle splendide collezioni d'arte e di oggetti preziosi che la famiglia Gonzaga aveva raccolto nel Palazzo Ducale: tra essi opere di Mantegna e di Correggio, la principale serie di armature quattrocentesche al mondo, preziosi smalti di Limoges, gioielli appartenuti a Vincenzo I, il messale miniato di Barbara di Brandeburgo, gli arazzi voluti dal beato Francesco Gonzaga su cartoni di Raffaello, le tele del Bazzani... Una meta d'obbligo per chi voglia completare la visita della reggia gonzaghesca.
Il video è stato realizzato da Daniele Lucchini nel 2013.

Il Palazzo D'Arco di Mantova - durata 4' 31"

Residenza settecentesca dell'omonima famiglia, unico palazzo-museo in città ancora arredato e ospitante le opere acquisite dai proprietari, i conti D'Arco, dei quali fu ospite il giovane Wolfgang Amadeus Mozart nel gennaio 1770. Sorprendente l'annessa cinquecentesca Sala dello Zodiaco affrescata da Giovan Maria Falconetto.
Il video è stato realizzato e pubblicato su Youtube dall'utente Lupo56Mantova nel 2016.

Sabbioneta - durata 6' 04"

Città ideale del Rinascimento italiano, voluta, progettata ed edificata da Vespasiano Gonzaga Colonna (1531-1591) nell'arco di oltre trent'anni, Sabbioneta rimane un unicum da non perdere; essa è inoltre ancora perfettamente conservata nelle forme pensate e datele nel Cinquecento. Dagli affreschi della scuola di Bernardino Campi in Palazzo Giardino ai volumi progettati da Vincenzo Scamozzi per il Teatro all'Antica e alla cavalcata di statue equestri di Palazzo Ducale, anche gli interni degli edifici della Piccola Atene si offrono come scrigni preziosi che aspettano solo di essere scoperti.
Il video è stato realizzato da Daniele Lucchini nel 2010.




Immagini e testi

È possibile consultare liberamente la sezione Blog per trovare molto altro materiale illustrativo, quale immagini e testi esplicativi, in preparazione alla visita a Mantova e Sabbioneta.



Lettura consigliata:

© Mantova Guide since 2009. Site design by litterae.eu

P.IVA 02198370203

Il sito usa cookie forniti da Google Analytics: maggiori informazioni.

        

Proud partner of Litterae.eu & Libri Finisterrae.