Zandò

Zandò

Forse non tutti sanno che il Palazzo Te di Mantova ospita stabilmente ben 19 dipinti dell’unico italiano accolto alla pari e fin da subito tra gli impressionisti: Federico Zandomeneghi (Venezia 1841 – Parigi 1917). Volete che ve lo presenti meglio?

Modelle sull’Acropoli

Modelle sull’Acropoli

No di Atene alle modelle di Gucci sull’Acropoli. Peccato, perché sarebbe stata semplicemente bellezza su bellezza. Non si potrebbe fare a Palazzo Te?

Semplice come tutta la mia vita. Giorgio Morandi e Tacita Dean

La mostra presenta le opere di Giorgio Morandi (Bologna 1890 – 1964) – uno dei maestri della pittura europea del Novecento – in dialogo con le opere di Tacita Dean (Canterbury 1965) – una delle più importanti e riconosciute artiste

Federico II and his dog

Federico II and his dog

Federico II Gonzaga by Titian at the Museo del Prado in Madrid, and the memorial of his favourite doggy at Palazzo Te in Mantua.

Guardando all’Urss. Realismo socialista in Italia dal mito al mercato

Un’occasione unica per tornare a riflettere sulle affinità elettive o le divergenze culturali e linguistiche, passando per le opere di artisti italiani come Guttuso, Purificato, Sughi, Turcato, Astrologo, Attardi, Castellani, Trombadori e molti altri e quelle dei sovietici che dal

Il mappazzone di Palazzo Te

La Gazzetta di Mantova ha da poco pubblicato un breve articolo a firma di Vincenzo Corrado con una rapida rassegna di stroncature ai monumenti mantovani apparse sul portale Trip Advisor. A farne le spese, secondo quanto riportato dall’autore, soprattutto Palazzo

Ai Weiwei: il giardino incantato

L’arte di Ai Weiwei a confronto con il Rinascimento italiano di Palazzo Te. È Il Giardino Incantato, mostra-evento che porterà a Mantova, dal 7 marzo al 6 giugno, 46 opere inedite dell’artista cinese, realizzate per l’occasione. La rassegna espone anche

Joan Miró. L’impulso creativo

L’esposizione presenta una selezione di 53 opere realizzate dal 1966, tra cui olii di grandi dimensioni e di sorprendente bellezza, arazzi coloratissimi ma anche terracotte, bronzi, disegni, oltre alla ricostruzione degli studi Sert e Son Bote, luoghi nei quali Miró

Amore e Psiche. La favola dell’anima

Opere archeologiche e artistiche dislocate negli spazi della residenza gonzaghesca accompagneranno il visitatore alla riscoperta dell’antichissimo mito di Amore e Psiche, ripreso da Apuleio nel II secolo d.C. La mostra si basa sull’interpretazione del mito in chiave neoplatonica che venne

Gli arazzi dei Gonzaga nel rinascimento. Da Mantegna a Raffaello e Giulio Romano

La mostra presenta l\’affascinante arazzeria delle collezioni Gonzaga ad oggi conosciuta e rintracciata. Le 34 opere tessili in esposizione a Palazzo Te risalgono al periodo rinascimentale, in particolare all\’età dei tre figli di Isabella d’Este e Francesco II Gonzaga: Federico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Il sito usa cookie forniti da Google Analytics. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi