Federico Bellomi. Colore segno, dai paesaggi alle opere sacre

Federico Bellomi. Colore segno, dai paesaggi alle opere sacre

Federico Bellomi. Colore segno, dai paesaggi alle opere sacre Casa del Mantegna, Mantova Dal 15 settembre al 4 novembre 2018 Ingresso libero   “Colore segno, dai paesaggi alle opere sacre” è il titolo della mostra che la Casa del Mantegna

Mantegnismi

Mantegnismi

La casa di Andrea Mantegna a Mantova.

Avanguardie russe

Dal cubofuturismo al suprematismo, la mostra presenta 61 opere inedite tra dipinti ad olio, lavori su carta, porcellane e libretti «Zaum». La rassegna offre l’opportunità straordinaria di poter ammirare un nucleo pressoché inedito di opere – provenienti da collezioni private

Matilde di Canossa, il Papato, l’Impero. Anselmo di Lucca

“E là m’apparve, sì com’elli appare / subitamente cosa che disvia / per maraviglia tutto altro pensare, / una donna soletta che si gia / e cantando e scegliendo fior da fiore / ond’era pinta tutta la sua via” (Dante

Leon Battista Alberti e l’architettura

Un articolato percorso espositivo allestito con disegni, modelli, marmi, dipinti, medaglie e manoscritti, ricostruisce le architetture di Leon Battista Alberti e le sue strette relazioni con le novità che hanno caratterizzato l’arte del Quattrocento. La mostra, inoltre, affronta il rapporto

A casa di Andrea Mantegna

La cultura artistica a Mantova nel Quattrocento: lettere autografe dell’artista, manoscritti, libri a stampa, ceramiche, monete e medaglie, fra le quali mirabili quelle del Pisanello e di Bartolomeo Melioli; tarsie, dipinti, armi, bronzi di Pier Iacopo Alari Bonacolsi detto l’Antico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: